Risotto all’arancia

Poco nota è la ricetta del risotto all’arancia, ecco come procedere per una cena diversa dal solito. 



Procurarsi per 2 persone:

200 grammi di riso bianco;

1 arancia, preferibilmente bio;

1 cipolla piccola;

mezzo litro di brodo vegetale;

20 grammi di parmigiano reggiano;

30 grammi di burro;

1 bicchiere di vino bianco;

olio extravergine d’oliva;

prezzemolo q.b.;

pepe q.b.;

sale q.b.

Iniziare mettendo a bollire dell’acqua in un pentolino e spelando l’arancia ricordandosi di tenere la buccia. 

Tagliare la buccia dell’arancia a striscioline sottili e scottarla nell’acqua bollente. Prendere l’arancia ed estrarne il succo, dunque filtrarlo.

Spelare e tritare finemente la cipolla. 

Far scaldare una padella con un filo d’olio e versarci la cipolla tritata. 

Lasciar soffriggere per qualche momento, quindi aggiungere il riso. 

Far tostare il riso e sfumare con un bicchiere di vino bianco, preferibilmente fermo. 

Aggiungere il succo d’arancia e mescolare accuratamente. 

Aggiungere il brodo vegetale poco alla volta e mescolare regolarmente per far sì che il risotto non si attacchi.

Tritare il prezzemolo finemente e grattugiare il parmigiano reggiano. 

Quando il risotto è a fine cottura, aggiungere prezzemolo e mescolare.

Quindi mantecare con burro e parmigiano reggiano grattugiato. 

Servire nei piatti guarnendo con qualche foglia di prezzemolo intera e qualche strisciolina di buccia.

...e buon appetito!